Conosciuto ormai più per la sua presenza mediatica che non per la sua produzione artistica, Dj Aniceto costituisce un caso di sicuro interesse per tutti coloro intenzionati a capire la parabola (discendente?) della musica elettronica italiana. Conta all’attivo una manciata di produzioni che hanno saputo coniugare i ritmi di una sfrenata dance music con un’attiva battaglia diretta alla presa di coscienza sui temi più scottanti di oggi e di ieri: la presa di coscienza politica, l’opposizione alla leva obbligatoria e, soprattutto, la lotta contro l’uso di sostanze stupefacenti. Contattato da DFWI (bomba raga), Dj Aniceto ha fornito la sua discografia completa, che noi abbiamo provato a rileggere come una parabola umana e politica di un artista sempre in bilico tra l’avanguardia sperimentale e le concessioni a un gusto medio in nome di un più alto e profondo messaggio sociale.
I cataloghi di Discogs sono frammentari e spesso contengono discrepanze rispetto alla discografia fornita da Aniceto. In questo senso, si è proceduto cercando di far collimare le due liste.
Iniziamo.

 
Il primo e.p. di Aniceto è Skin 1938, il primo di una serie di fortunati remix di un vero classico della musica italiana. Il disco esce sulla Technology Rercords, creatura della Discomagic Records di Severo Lombardoni, l’uomo dietro a successi internazionali come Dolce Vita di Ryan Paris. Sono gli anni in cui la musica elettronica conosce una vera e propria esplosione nel Bel Paese, dando vita a interessanti connubi tra la house music angloamericana e il retroterra culturale italiano, come nel caso di questo (ormai introvabile) singolo dal titolo Vai ca’ Pizza Vai.

La seconda produzione, stando a quanto recitano gli archivi di Discogs, è Avanti Italia & Uniti Per Un’ Italia Sola, di nuovo con G. Arbia, di nuovo un remix. Non è dato sapere chi si nasconda dietro lo pseudonimo G. Arbia, al quale si devono entrambe le collaborazioni con Aniceto nei suoi primi due singoli. Ciò che sembra costituire il fil rouge delle prime produzioni di Aniceto pare essere l’interesse per le canzoni del ventennio fascista e la loro riproposizione in chiave dance. I primi due singoli costituiscono un momento fondamentale nell’interpretazione del percorso artistico di Aniceto. Tramite queste due produzioni dalla chiara marca ideologica, è possibile incastonare le battaglie contro l’uso delle sostanze stupefacenti che caratterizzeranno l’attività di Aniceto negli anni a venire entro una cornice più immediatamente comprensibile: quella del proibizionismo di estrema destra.

Si propone una prima periodizzazione nella produzione artistica del dj: il periodo fascio-dance. Nonostante in questo periodo Aniceto non sia l’autore di composizioni originali ma appaia soltanto in veste di remixer si tratta comunque di una fase fondamentale. Interessante notare come l’artista, contattato dalla redazione di DFWI (bomba raga), non abbia fornito l’indicazione del secondo remix (come invece accade nella lista di Discogs). Viceversa, Aniceto ha indicato per il 1993 il seguente titolo:
1993 AVANTI TUTTA (Bandiera Rossa Remix) – Disco Magic
che pero manca nell’elenco di Discogs. Su questo remix abbiamo avanzato due ipotesi. La prima è che si tratti di un brano perduto nella discografia di Aniceto, un’ipotesi che potrebbe essere supportata dalla scarsa ufficilità e dalla confusione che regnava nei primi anni ‘90 nel mondo della musica elettronica italiana. Una simile ipotesi potrebbe essere comprovata con una ricerca negli archivi cartacei della Discomagic Records. L’altra ipotesi riguarda un disconoscimento di Aniceto della sua seconda produzione. Le ragioni di questo gesto potrebbero avere diverse radici: l’artista infatti potrebbe non ritenersi più soddisfatto del suo remix, oppure corrisponderebbe a una presa di posizione politica – quella dell’estrema destra – che l’artista non sente più di condividere e che in qualche modo potrebbe danneggiare tanto la sua presenza mediatica quanto le sue battaglia contro l’uso di sostanze stupefacenti. Le ipotesi avanzate sopra rimangono tentative fino al momento in cui Aniceto non chiarificherà la sua posizione riguardo a questo punto.

1 2 3 4