Hai visto Drive con Ryan Sguardo Penetrante Gosling e ti é piaciuto? Hai sentito troppe volte Nightcall di Kavinsky e ti piace lo stesso? Allora sei sulla buona strada per un letterale ritorno al futuro. Mentre si cerca di sviluppare lo Hoverboard – quello di Marty McFly, non quello di Bello Figo – le previsioni dei film postatomici si sono già avverate, per lo meno nel panorama musicale. La nostalgia per gli anni 80 infatti, che da circa dieci anni si é impossessata su vari fronti della scena musicale elettronica, ha preso anche la forma della cosiddetta Retrowave o Synthwave. Il comune denominatore é il continuo richiamo alle atmosfere create dalle soundtracks dei film futuristici dell’epoca: uso massiccio di synth acidi, ritmiche con un pizzico di italo disco e qualche volta di deep house e una incredibile voglia di gettarsi a capofitto in un fallout nucleare e di stringere la mano a John Carpenter. Chi l´avrebbe mai detto che il futuro avesse così tanto bisogno di un richiamo al passato?

Se attendere che la Korea del Nord dia il via alla tanto attesa WWIII non vi basta più, allora guardatevi Turbokid e immergetevi nelle sonorità di questo genere retro-pionieristico. Come? La playlist ve la diamo noi. Non vi basta? Date un´occhiata a Newretrowave.com e a Future80s.Bandcamp.com. Ancora non basta? Procuratevi dell´uranio dai libici e un flusso catalizzatore o, se vi siete scordati la password di Amazon, commentate.